Nonostante la drammatica fase che il mondo sta vivendo a causa della pandemia COVID-19, oggi parleremo dei 3 motivi principali per i quali ha senso investire nell’innovazione tecnologica!

Partiamo dalla considerazione che nulla sarà come prima!

Noi tutti ci auguriamo, dovessimo presto superare il picco dell’epidemia, di tornare progressivamente a riprendere in mano la nostra vita. Nulla sarà come prima perché questo nemico invisibile continuerà a circolare per diverso tempo, probabilmente muterà e tornerà ancora, quindi occorre prepararci per tempo ad affrontare nuove sfide, evitando di dover mettere in pausa il mondo.

Fatta questa premessa veniamo quindi alla prima importante motivazione, per prepararci ad affrontare nuovi rischi pandemici, occorre una forte e decisa discontinuità rispetto al mondo conosciuto sino a ieri. Dobbiamo definitivamente adottare tutte quelle soluzioni tecnologiche innovative e dirompenti che sono necessarie a compiere la tanto declamata trasformazione digitale dei processi, delle organizzazioni e delle attività sia correlate al tessuto produttivo delle nostre aziende sia al sistema sociale e sanitario di noi cittadini.

La seconda motivazione che vogliamo condividere è che, allo stato attuale, non è dato sapere quanto a lungo durerà la turbolenza dei mercati finanziari tradizionali. Per chi non è intenzionato a continuare a rischiare, non solo la propria salute ma anche i propri risparmi, sarà meglio indirizzare i propri investimenti sull’economia reale, puntando su quelle realtà che, più delle altre, contribuiranno alla trasformazione digitale e all’innovazione tecnologica del Paese.

Infine la terza motivazione ovvero l’imminente arrivo di massicce e reiterate iniezioni di liquidità, da parte dei governi e delle banche centrali, nelle economie reali di tutti i paesi del mondo; che con molta probabilità, vista la facilità di accesso al credito rispetto ai parametri e alla burocrazia pre-crisi, porteranno le aziende a finanziarsi a leva. Quest’ultima ci spinge a dire che non solo occorre investire ma occorre farlo adesso senza impantanarci in rischiose posizioni attendiste che svaluterebbero i nostri patrimoni.

In conclusione si va aprendo una finestra temporale durante la quale, investendo in società che fanno innovazione tecnologica, potremo partecipare al rally della ripartenza dell’economia, con la consapevolezza sia di poterne beneficiare finanziariamente che di aver dato, direttamente e indirettamente, un contributo concreto alla società e al mondo produttivo…

…in definitiva a noi stessi, sempre e comunque!