Con la presente policy Forcrowd S.r.l. (di seguito la “Società”) definisce (i) i termini e le modalità con le quali i clienti, siano essi soggetti qualificabili come offerenti ai sensi dell’art. 2, comma 1, lett. c) del Regolamento CONSOB n. 18592 del 26 giugno 2013, come successivamente modificato (di seguito il “Regolamento CONSOB”) o come investitori, possono far pervenire alla Società reclami relativi al servizio offerto e (ii) le modalità predisposte dalla stessa Società per la trattazione e la gestione dei reclami ricevuti in ottemperanza all’obbligo previsto dall’art. 14, comma 1, lett. h) del Regolamento CONSOB. Qualora il Cliente ravvisi un’omissione o un comportamento della Società diverso dal livello di servizio atteso può indirizzare un reclamo in forma scritta alla Società con le seguenti modalità:

Nell’interesse del cliente, il reclamo dovrà contenere almeno le seguenti informazioni:

La Società assicura che i dati personali saranno trattati in conformità all’informativa privacy disponibile nell’apposita area del portale.

La Società si impegna a comunicare al cliente l’esito del reclamo mediante posta elettronica entro 10 (dieci) giorni lavorativi dalla sua ricezione, purché esso contenga tutte le informazioni necessarie per la relativa valutazione. A tale proposito, la Società si riserva il diritto, entro il medesimo termine di 10 (dieci) giorni lavorativi dalla ricezione del reclamo, di chiedere chiarimenti circa il contenuto del reclamo. La risposta sarà in tal caso fornita entro 7 (sette) giorni lavorativi dalla data di ricezione dei chiarimenti richiesti.

La Società assicura altresì di valutare i reclami ricevuti secondo l’ordine cronologico di ricevimento degli stessi.

Il responsabile della procedura di gestione e trattazione dei reclami è il Responsabile [Antonio Forte] (il “Responsabile”).

Nel dettaglio, la procedura di gestione e trattazione dei reclami è la seguente:

Il contenuto dell’esito finale varia a seconda della decisione assunta in merito al reclamo. In particolare, se il reclamo è ritenuto:

Il gestore definisce “reclamo risolto” qualora:

Fatte salve le specifiche previsioni relative alla risoluzione delle controversie contenute nella sezione “[Termini a condizioni generali d’uso]” del portale della Società applicabili agli investitori ed agli offerenti, ove richiesto dal reclamante, su base volontaria e non obbligatoria, potrà trovare applicazione il procedimento di fronte all’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF), istituito dal regolamento CONSOB n. 19602/2016. Maggiori informazioni sul procedimento di fronte all’ACF sono disponibili al seguente link: https://www.acf.consob.it

I dati relativi ai reclami ricevuti per iscritto, unitamente alle misure adottate a seguito degli stessi, alle eventuali carenze rilevate, nonché alle attività pianificate saranno indicati, ai sensi dell’articolo 21, comma 3, lettera d) del Regolamento CONSOB, nel rapporto annuale che la Società invierà alla CONSOB.

Al tal fine, la Società ha istituito un Registro Reclami, detenuto dalla funzione Compliance, nel quale sono annotati, in ordine cronologico, gli elementi essenziali di ogni reclamo e le misure adottate per risolvere i problemi sollevati.